Amore Assoluto e "Terza Navigazione"

Commento alla Prima Lettera di Giovanni. Dieci discorsi
Commento al Vangelo di Giovanni. Secondo discorso

PREZZO : EUR 15,00€
CODICE: ISBN 884529000X EAN 9788845290008
AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore: Sant'Agostino Introduzione, traduzione, note e apparati di: Appendice e bibliografia di:
EDITORE/PRODUTTORE :
COLLANA/SERIE :
DISPONIBILITA': Disponibile


TITOLO/DENOMINAZIONE:
Amore Assoluto e "Terza Navigazione"
Commento alla Prima Lettera di Giovanni. Dieci discorsi Commento al Vangelo di Giovanni. Secondo discorso
PREZZO : EUR 15,00€

CODICE :
ISBN 884529000X
EAN 9788845290008

AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore: Sant'Agostino Introduzione, traduzione, note e apparati di: Appendice e bibliografia di:

EDITORE/PRODUTTORE:


COLLANA/SERIE:


ANNO:
2000

DISPONIBILITA':
Disponibile

CARATTERISTICHE TECNICHE:
624 pagine
Cartonato olandese
cm 12 x 20 x 2,8
gr 416

NOTE:
Testo integrale
Testo latino a fronte

DESCRIZIONE:

Quarta di copertina:
Nella concezione greca, e platonica in particolare, l'amore o eros era concepito come una forza che a livello individuale e cosmico faceva tendere tutte le cose all'unità attraverso l'acquisizione e la conquista dei vari gradi ascendenti dell'essere, fino a giungere ai supremi principi: aveva quindi un valore prettamente acquisitivo. Con il cristianesimo, l'amore o agape o, come diranno i latini, charitas assume un significato completamente e strutturalmente diverso: l'amore è donazione assoluta dell'assoluto. Dio stesso - e non un intermediario tra i principi e il mondo sensibile come per Platone - è Amore, ed è la pienezza dell'Amore che trabocca inesauribilmente al punto di donare se stesso nel suo Figlio Unigenito per noi. La croce su cui Cristo è morto è interpretata da Agostino, nelle opere qui presentate, in senso metaforico, come quella nave che sola fa attraversare, a ogni uomo che l'accetta, il mare della vita portandolo nella patria celeste. Il volume contiene due scritti di Agostino: i dieci discorsi del Commento alla Prima Lettera di Giovanni, e il secondo discorso del Commento al Vangelo di Giovanni. I temi comuni sono quelli, come si è detto, della natura di Dio come Amore e come bene supremo, della conoscenza dell'uomo in rapporto a quella divina, e della conoscenza di Dio da parte dell'uomo attraverso la via privilegiata dell'amore.
Quest'edizione - curata integralmente da Giovanni Reale, uno dei maggiori esperti di filosofia antica e tardo-antica - si distingue oltre che per la terminologia moderna adottata, anche per la nuova e originale scansione delle parti dei Commenti. L'introduzione è, in realtà, un vero e proprio saggio sul tema dell'amore nella filosofia greca e cristiana. Le note al testo, brevi ed essenziali, rispondono all'esigenza di chiarire i passi più difficili. Le parole-chiave sono un valido aiuto per entrare, in profondità ma con immediatezza, nel nucleo filosofico degli scritti. La bibliografia raccoglie gli studi più importanti sul tema degli ultimi cinquant'anni. Il testo latino a fronte riproduce fondamentalmente l'edizione maurina.

Indice:
Introduzione
Il concetto dell'amore e della croce in Agostino e il capovolgimento rivoluzionario di alcuni concetti cardine del pensiero greco in generale e di Platone in particolare
7 1. Alcune precisazioni preliminari
2. Alcuni problemi lessicali: i termini usati da Agostino per indicare l'amore e i modi di renderli nel linguaggio dell'uomo d'oggi
14 3. Per Platone Eros non è un dio ma un dèmone
17 4. Nel messaggio cristiano Dio è per sua stessa essenza amore e ci ha amato perché anche noi lo amassimo, amando il nostro prossimo come lui ha amato noi
20 5. Eros come intermedio e mediatore e come legame dell'essere in dimensione cosmica in Platone
21 6. Cristo mediatore: Dio ha conciliato gli uomini e il mondo con sé mediante il Figlio
24 7. Eros platonico come conquista e acquisizione a livello sempre più alto
27 8. Amore cristiano come donazione assoluta
29 9. Limitazione a vari livelli dell'amore per gli uomini in Platone
31 10. L'amore cristiano per l'uomo come persona abbraccia oltre gli amici anche i nemici e quindi tutti gli uomini senza distinzioni
35 11. Universalità dell'amore cristiano e comunione di tutti gli uomini nella Chiesa di Cristo come sue membra
36 12. Il grande dono dell'amore di Dio per gli uomini: dare a loro la possibilità di diventare eterni come lui e suoi figli adottivi
37 13. Amore cristiano e desiderio
40 14. Rapporti strutturali dell'Eros greco e dell'amore cristiano con la bellezza
43 15. Nessi strutturali dell'Eros greco e dell'agape cristiana con l'Essere
46 16. Nessi strutturali dell'Eros greco e dell'amore cristiano con la problematica dell'Uno
49 17. Platone e la "seconda navigazione"
53 18. Agostino e la terza navigazione: "Nessuno può attraversare il mare di questo secolo, se non è portato dalla Croce di Cristo"
56 19. Cronologia e caratteristiche delle opere che qui presentiamo
57 20. I criteri con cui presentiamo le due opere
60 21. Conclusioni
63 Note all'Introduzione
69 Notizia biografica
"COMMENTO ALLA PRIMA LETTERA DI GIOVANNI"
75 Prologo
I. Primo discorso
Commento ai versetti 1,1-2,11
79 1. Cristo è il Verbo di vita fattosi visibile nella carne
81 2. Cristo totale nell'incarnazione, testa e corpo
85 3. Il Verbo di vita incarnato si riconosce solo mediante la fede
87 4. Il messaggio del Verbo fatto carne
91 5. Tutta questa Lettera di Giovanni è un elogio dell'amore
97 6. L'amore cancella i peccati
101 7. Cristo nostro giudice e difensore presso il Padre
103 8. Cristo è vittima di espiazione dei peccati degli uomini di tutto il mondo
107 9. Il nuovo comandamento dell'amore
111 10. Perché l'amore è un comandamento nuovo
113 11. Chi odia il fratello non cammina nella luce
115 12. L'amore fraterno è l'unità nell'amore
127 13. È l'odio che separa da Cristo e dalla Chiesa
II. Secondo discorso
Commnto ai versetti 2, 12-17
127 1. Tutto nelle Scritture parla di Cristo a chi le sa intendere
131 2. Che cosa dicono le Scritture
135 3. L'universalità e l'unità della Chiesa
141 4. Figli nel nome di Cristo
143 5. Si è padri in quanto si è riconosciuto in Cristo il Principio
147 6. Si è giovani per aver vinto il maligno
147 7. Bisogna combattere per poter vincere
149 8. Non è possibile arnare Dio e il mondo
151 9. L'amore è il fondamento della salvezza
153 10. Se l'amore del mondo ti trascina, stringiti a Cristo
157 11. Dio ha dato all'uomo le cose create perché l'uomo amasse lui che le ha create
159 12. Che cosa significa"mondo"
163 13. Il desiderio degli occhi e la curiosità
165 14. Le tentazioni che Cristo ha avuto
III. Terzo discorso
Commento ai versetti 2, 18-27
171 1. Congiungersi a Cristo
173 2. Cristo è uguale al Padre
175 3. L'avvertimento dell'ultima ora
177 4. Chi sono gli Anticristi
179 5. La prova della tentazione mostra chi sono gli Anticristi
183 6. Cristo è pietra d'inciampo per i malvagi
187 7. Saremo suoi eredi se rimarremo in comunione con lui
189 8. Chi nega Cristo non con le parole ma con i fatti è pure un Anticristo
193 9. Il male non proviene da Dio ma dagli uomini
195 10. L'amore del mondo deve diventare amore di Cristo
197 11. La promessa della vita eterna
201 12. Ciò che il mondo promette o minaccia non ha alcun valore
203 13. Il vero maestro sta dentro di noi
IV. Quarto discorso
Commento ai versetti 2, 37- 3,9
207 1. Dio parla a coloro che gli fanno posto nel loro cuore
209 2. A chi conserva la fede sarà mantenuta la promessa
213 3. Riconosciamoci peccatori
217 4. Il grande dono del padre che consiste nel fare di noi uomini figli di Dio
221 5. Vedremo in Dio ciò che è al di Ià di ogni bellezza ed è fonte di tutte le bellezze
225 6. Il desiderio di Dio ci prepara a riceverlo
229 7. Dio non ti può purificare se tu non vuoi
231 8. Chi crede non pecca
233 9. Dobbiamo essere giusti come è giusto lui
235 10. Si diventa figli di Dio imitandolo
237 11. Cristo-uomo è venuto per liberare gli uomini dai peccati
239 12. Il peccato non proviene da Dio
V. Quinto discorso
Commento ai versetti 3, 9-17
243 1. Il complesso problema sul peccato che deve essere risolto
245 2. I peccati si eliminano in virtù dell'amore
249 3. La soluzione della complessa questione che è stata posta
253 4. L'amore nella sua pienezza e perfezione
257 5. L'amore consiste nel cercare di fare ai fratelli quello che Cristo ha fatto per noi
259 6. L'amore è il carattere essenziale del cristiano
261 7. Chi ha l'amore è nato da Dio, chi non ha l'amore non è nato da Dio
265 8. Nell'amore non può esserci invidia
269 9. Coloro che amano il mondo non possono amare i fratelli
269 10. Chi non ama rimane nella morte
273 11. La perfezione dell'amore
273 12. Da dove incomincia l'amore
277 13. La Lettera di Giovanni è il più grande ammaestramento sull'amore
VI. Sesto discorso
Commento ai versetti 3, 18-4, 3
279 1. L'amore dalla sua nascita al suo perfezionamento
281 2. Si ha l'amore solo quando si aiutano i fratelli per amore e non per altri motivi
285 3. Noi rassicuriamo la nostra coscienza solo davanti a Dio
289 4. A colui che ha l'amore Dio accorda tutto ciò che gli chiede
291 5. Una questione di fondo: perché in certi casi sembra che Dio non esaudisca le preghiere degli uomini
295 6. Dio esaudisce non per soddisfare la volontà degli uomini ma per garantire loro la salvezza
297 7. Dio mira in tutti i casi alla salvezza degli uomini
301 8. Anche quando il Signore sembra contrariare la volontà dell'uomo, in realtà lo aiuta in vista della salvezza
305 9. L'amore nell'uomo proviene dallo Spirito di Dio
307 10. L'amore porta all'unità
311 11. Non ha lo Spirito di Dio chi si separa dall'unità della Chiesa
315 12. Gli eretici si staccano dall'unità della Chiesa perché non appartengono veramente ad essa
319 13. Non ha l'amore chi spezza l'unità
323 14. Mentre Cristo è venuto per fare unità, gli eretici la disgregano
VII. Settimo discorso
Commento ai versetti 4, 4-12
329 1. L'amore insegna a perdonare e ad amare rettamente tutte le cose
331 2. L'amore è la ragione per cui Cristo è venuto sulla terra
335 3. Solo se si perdona si sarà perdonati
337 4. L'amore viene solo da Dio
339 5. La grande verità: Dio è amore
341 6. L'amore viene da Dio per mezzo dello Spirito Santo
343 7. Noi non potremmo amare Dio, se lui per primo non ci avesse amati
347 8. Ama e fa' quello che vuoi
349 9. Dio ha amato gli uomini per primo
351 10. È l'amore che ci fa vedere Dio
355 11. Bisogna amare nell'uomo ciò che Dio ha fatto, non ciò che l'uomo vi ha aggiunto
VIII. Ottavo discorso
Commento ai versetti 4, 12-16
359 1. Non si può parlare sempre dell'amore, però lo si può mantenere sempre vivo
363 2. L'uomo di per sè ha solamente il potete di compiere il male e unicamente da Dio gli proviene il potere di compiere iI bene
367 3. L'amore non deve cessare mai
369 4. Oltre i nostri fratelli dobbiamo amare anche i nostri nemici
371 5. Qual è l'amore più puro e più sincero per gli uomini
375 6. Come l'uomo deve sempre mantenere quell'immagine di Dio secondo la quale è stato creato
379 7. Tutto ci verrà sottoposto, se noi ci sapremo sottoporre a Dio
383 8. Il cristiano deve allontanare da sé la superbia
385 9. In tutte le cose che facciamo, dobbiamo guardare a Dio come testimone
389 10. Bisogna amare i nostri nemici perché diventino nostri fratelli
395 11. Dobbiamo avere il coraggio di amare i nemici
397 12. Dio abita in noi, se noi sappiamo veramente amare
399 13. Noi siamo salvati in quella speranza, che un giorno diventerà realtà
401 14. Dio non cerca cose da noi, ma cerca noi stessi
IX. Nono discorso
Commento ai versetti 4, 17 -21
407 1. Chi resta nell'amore resta in Dio e Dio resta in lui
411 2. Si ha l'amore perfetto dal momento in cui si desidera il giorno del giudizio
417 3. Dio ci invita ad amare i nostri nemici come lui ha amato i suoi
419 4. L'amore perfetto toglie ogni timore
423 5. Finché si teme Dio per i suoi castighi non lo si ama ancora
427 6. Differenza fra il timore che esclude l'amore e il timore casto che è unito all'amore
429 7. Chi riconosce i propri peccati viene perdonato da Dio
433 8. Il timore casto unito all'amore rimane sempre
435 9. L'amore è la bellezza dell'anima
441 10. Poiché Dio è amore, chi ama Dio ama l'amore
445 11. Amare Dio significa amare il suo comandamento dell'amore
X. Decimo discorso
Commento ai versetti 5, 1-3
449 1. La fede di un cristiano è sostenuta dall'amore
453 2. La fede senza l'amore è vana
455 3. Chi ama il padre ama il figlio, e chi ama il figlio ama anche i figli di Dio
461 4. Amare i figli di Dio significa amare Dio e i suoi comandamenti
463 5. L'amore è il fine e la perfezione della legge
469 6. L'amore di Dio è un amore eterno
471 7. I due comandamenti dell'amore che riassumono tutta la legge
477 8. L'amore di Cristo si estende a tutto quanto il mondo
479 9. Cristo è salito al cielo, ma resta pellegrino anche sulla terra
485 10. La remissione dei peccati è estesa attraverso Cristo a tutti i popoli del mondo
"COMMENTO AI VERSETTI 1, 6-14 DEL VANGELO DI GIOVANNI"
Secondo discorso
491 1. Introduzione
493 2. La croce di Cristo è il legno che ci fa attraversare il mare della vita
495 3. Il cristiano deve aderire a ciò che Cristo si è fatto per noi per poter giungere a ciò che egli è sempre
497 4. La superbia dei filosofi e l'umiltà del legno della croce
503 5. La testimonianza di Giovanni Battista
505 6. Giovanni Battista ha reso testimonianza alla luce
507 7. La luce che illumina ogni uomo che viene su questa terra
509 8. Dio non si allontana mai dall'uomo; è invece l'uomo che si allontana da Dio
511 9. Bussate, e vi sarà aperto
513 10. Dio pervade con la sua presenza tutto il mondo che ha creato
515 11. Noi abitiamo dove abbiamo il nostro cuore
517 12. Nessuno è salvo, se non accoglie Cristo
517 13. col legno della croce si diventa figli di Dio
521 14. Non si nasce figli di Dio dalla volontà dell'uomo
523 15. L'uomo diventa figlio di Dio per grazia
525 16. Cristo con la sua morte ha vinto la morte e ci ha dato la salvezza
527 Note al "Commento alla Prima Lettera di Giovanni"
575 Note al Secondo Discorso del "Commento al Vangelo di Giovanni"
583 Indice dei passi biblici citati nel "Commento alla Prima Lettera di Giovanni"
591 Indice dei passi biblici citati nel secondo discorso del "Commento al Vangelo di Giovanni"
593 Parole chiave
601 Indice analitico dell'Introduzione
602 Indice analitico del "Commento alla Prima Lettera di Giovanni"
609 Indice analitico del "Commento al Vangelo di Giovanni", Secondo Discorso
613 Bibliografia sulla concezione agostiniana dell'amore negli ultimi cinquant'anni.


ARGOMENTO: , , , , , , ,
GENERE: , ,