Decamerone


PREZZO : EUR 8,00€
CODICE: ISBN 8843320130 EAN 9788843320134
AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore: Riassunto a cura di:
EDITORE/PRODUTTORE :
COLLANA/SERIE :
DISPONIBILITA': Disponibile


TITOLO/DENOMINAZIONE:
Decamerone

PREZZO : EUR 8,00€

CODICE :
ISBN 8843320130
EAN 9788843320134

AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore: Riassunto a cura di:

EDITORE/PRODUTTORE:


COLLANA/SERIE:


ANNO:
1997

DISPONIBILITA':
Disponibile

CARATTERISTICHE TECNICHE:
319 pagine
Brossura
cm 10,5 x 15 x 1,3
gr 158

DESCRIZIONE:

Commento dell'editore:
Riassunto dell'opera di Giovanni Boccaccio.

Indice:
pag. 3 Giovanni Boccaccio
Prima Giornata
9 Introduzione
14 Novella Prima
Ser Ciappelletto (o Cepperrello) con una falsa confessione inganna un santo frate, e muore; e, pur essendo stato un pessimo uomo in vita, dopo morto viene considerato un santo e chiamato San Ciappelletto.
19 Novella Seconda
Abraam giudeo, andato a Roma e veduta la malvagità degli ecclesiastici, torna a Parigi e diventa cristiano.
22 Novella Terza
Melchisedech giudeo con una novella evita un gran pericolo preparatogli dal Saladino.
24 Novella Quarta
Un monaco, caduto in peccato degno di gravissima punizione, rimproverando al suo abate quella medesima colpa, si libera dala pena.
26 Novella Quinta
La marchesa di Monferrato, con un banchetto di galline e con alcune leggiadre parolette, reprime il folle amore del re di Francia.
28 Novella Sesta
Un valente uomo confonde con un detto arguto la malvagia ipocrisia dei religiosi.
29 Novella Settima
Bergamino con una novella punge l'avarizia di messer Cane della Scala.
31 Novella Ottava
Guglielmo Borsiere con leggiadre parole trafigge l'avarizia di messer Erminio de' Grimaldi.
33 Novella Nona
II re di Cipro, colpito dalle parole di una donna, da vile quale era divenne valoroso.
34 Novella Decima
Maestro Alberto da Bologna giustamente fa vergognare una donna, la quale voleva far vergognare lui, dicendo che era di lei innamorato.
36 Conclusione
Seconda Giornata
37 Introduzione
37 Novella Prima
Martellino, fingendosi paralitico, fa vista di guarire sul corpo di santo Arrigo, ma, conosciuto l'inganno, viene battuto e poi si salva fortunosamente dall' impiccagione.
39 Novella Seconda
Rinaldo d'Esti, derubato, capita a Castel Guiglielmo ed è albergato da una donna vedova, che lo ristora dei suoi danni, per cui può ritornare sano e salvo a casa.
42 Novella Terza
Tre gíovani, spendendo male il loro avere, impoveriscono; ma un loro nipote sposa la figlia del re d'Inghilterra e rimette in sesto le finanze degli zii e le sue.
45 Novella Quarta
Landolfo Ruffolo, impoverito, diventa corsaro; poi catturato dai Genovesi, fa naufragio e giunge, sopra una cassetta, a Corfù, dove viene accolto da una buona donna e può poi tornare ricco a casa sua.
47 Novella Quinta
Andreuccio da Perugia, venuto a Napoli per comperar cavalli, colpito in una notte da tre gravi accidenti, da tutti scampato, torna a casa con un rubino.
51 Novella Sesta
Le avventure di madonna Beritola e dei suoi due figli.
54 Novella Settima
Le avventure di una figliuola del sultano di Babilonia, mandata sposa al re del Garbo.
60 Novella Ottava
Il conte di Anversa, falsamente accusato, va in esilio, ma poi, riconosciuto innocente, rítorna nel primo stato.
64 Novella Nona
Bernabò da Genova, ingannato da Ambrogiuolo, ordina di uccidere la moglie; questa si salva e, scoperto l'ingannatore, ritorba col marito.
67 Novella Decima
Paganino da Monaco ruba la moglie a messer Ricciardo, il quale, saputo dove ella è, va e diventa amico di Paganino, al quale chiede Ia restituzione della moglie; questa non vuole tornare con lui, e, morto Ricciardo, diventa moglie di Paganino.
69 Conclusione
Terza Giornata
71 Introduzione
72 Novella Prima
Masetto di Lamporecchio si finge muto e diviene ortolano di un monastero di donne, le quali tutte concorrono a giacersi con lui.
75 Novella Seconda
Un palafreniere giace con un inganno con la moglie del re Agilulfo, il quale, riconosciutolo, lo tosa; ma il tosato tosa tutti gli altri e così si salva dalla sventura.
77 Novella Terza
Una donna innamorata di un giovane per mezzo della confessione induce un frate, senza che questo se ne avveda, a fare in modo che iI piacere di lei avesse intero effetto.
79 Novella Quarta
Don Felice insegna a frate Puccio una penitenza per andare in paradiso; e mentre il frate si dedica a questa, don Felice si dà buon tempo con la moglie di lui.
82 Novella Quinta
Il Zima dona a messer Francesco Vergellesi un suo pallafreno e per mezzo di quello ríesce a mettersi in contatto con la donna di lui, che egli ama.
84 Novella Sesta
Ricciardo Minutolo ama la moglie di Filippello Sighinolfo e con l'astuzia riesce a possederla e in seguito a farsi amare.
86 Novella Settima
Tedaldo, adirato con una sua donna, parte da Firenze; vi ritorna in forma di pellegrino; parla con la donna e libera il marito di lei da morte; e poi saggiamente con la sua donna si gode.
89 Novella Ottava
Ferondo, mangiata certa polvere, viene sotterrato per morto: e dall'abate, che la moglie di lui si gode, viene tenuto in prigione, facendogli credere che si trova in purgatorio; poi, resuscitato, torna con la moglie e alleva come suo un figlio che la moglie ha avuto dall'abate.
92 Novella Nona
Giletta di Nerbona guarisce il re di Francia e domanda per marito Beltramo di Rossiglione, il quale, sposatala contro voglia, se ne va a Firenze per non stare con la moglie; qui si innamora di una giovane, alla quale si sostituisce Giletta, che può giacere con Beltramo ed avere da lui due figliuoli; dopo di che il marito la ebbe cara e la tenne per moglie.
95 Novella Decima
Alibech si ritira in solitudine nel deserto, dove il monaco Rustico le insegna come rimettere il diavolo nell'inferno; poi, riportata a casa, sposa il giovane Neerbale.
98 Conclusione
Quarta Giornata
99 Introduzione
100 Novella Prima
Tancredi, principe di Salerno, uccide l'amante della figlia e le manda il cuore in una coppa d'oro; ella, messa sopra esso acqua avvelenata, quella si bevve, e così morì.
103 Novella Seconda
Frate Alberto fa credere ad una donna che l'Arcangelo Gabriele è innamorato di lei, e sotto l'apparenza di questo più volte giace con lei; infine, smascherato, è dai suoi stessi frati preso e incarcerato.
107 Novella Terza
Tre giovani, amando tre sorelle, con queste fuggono a Creta, dove due vengono uccisi e iI terzo fugge con una delle sorelle a Rodi, e qui ambedue muoiono in povertà.
109 Novella Quarta
Gerbino, contro la parola data dal re Guglielmo, attacca una nave del re di Tunisi per liberare la figlia di costui; questa però viene uccisa e a Gerbino viene tagliata la testa.
111 Novella Quinta
I fratelli di Lisabetta uccidono l'amante di lei; egli le appare in sogno e le mostra dove è sotterrato. Ella di nascosto dissotterra la testa e la mette in un vaso di basilico; e qui a lungo ogni giorno piange; i fratelli gliela tolgono ed ella muore poco dopo di dolore.
113 Novella Sesta
L'Andreola ama Gabriotto, il quale, dopo un sogno premonitore, muore tra le braccia della donna; questa, dopo varie traversie, rifiuta di stare al mondo e si fa monaca.
115 Novella Settima
La Simona ama Pasquino; sono insieme in un orto; Pasquino si frega ai denti una foglia di salvia e muore; la Simona è presa e volendo dimostrare al giudice come morisse Pasquino, si frega una di quelle foglie ai denti e anch'essa muore.
117 Novella Ottava
Girolamo ama la Silvestra; costretto dalla madre, va a Parigi; quando ritorna trova la giovane maritata; entra allora di nascosto in casa di lei e le muore accanto; portato in una chiesa, muore la Silvestra accanto a lui.
120 Novella Nona
Messer Guglielmo Rossiglione dà a mangiare alla moglie sua il cuore di messer Guglielmo Guardastagno ucciso da lui e amato da lei; quando ella lo viene a sapere, si getta da una alta finestra e muore, e col suo amante è seppellita.
122 Novella Decima
La moglie di un medico per morto mette un suo amante narcotizzato in una cassa, che due usurai portano a casa loro. L'uomo si sveglia e viene preso per ladro; la cameriera della donna lo salva, dicendo al magistralo di essere stata lei a mettere il giovane nella cassa rubata dagli usurai; questi vengono condannati ad una pena pecuniaria.
125 Conclusione
Quinta Giornata
126 Introduzione
126 Novella Prima
Cimone, amando Efigenia, la rapisce in mare; viene poi messo in prigione a Rodi, da dove viene liberato da Lisimaco; i due di nuovo rapiscono Efigenia e Cassandra, e con esse fuggono a Creta; e da qui, divenute loro mogli, sono richiamati con esse a casa loro.
129 Novella Seconda
Costanza ama Martuccio Gomito, e, credendo costui morto, disperata si mette ín una barca, Ia quale dal vento viene trasportata a Susa; quivi Costanza ritrova l'amante, che era divenuto ricco, e con lui se ne torna a Lipari.
132 Novella Terza
Pietro Boccamazza fugge con l'Agnolella, ma incontra i ladroni: la giovane fugge e giunge in un castello; Pietro è preso e riesce a fuggire; dopo alcune traversie capita in quel castello, dove è l'Agnolella, e sposatala se ne torna a Roma.
134 Novella Quarta
Ricciardo Manardi è tovato da messer Lizio da Valbona con la figliuola; egli la sposa e col padre di lei rimane in buona pace.
136 Novella Quinta
Guidotto da Cremona, morendo, lascia a Giacomin da Pavia una fanciulla, che viene contesa da Giannole di Severino e da Minghino di Mingole; infine, venutosi a sapere che la fanciulla è sorella di Giannole, questa si dà per moglie a Minghino.
139 Novella Sesta
Gianni di Procida, trovato con una giovane da lui amata e destinata al re Federico, viene legato ad un palo per essere arso; ma, riconosciuto da Ruggieri di Lozia, è salvato e diventa marito di lei.
142 Novella Settima
Teodoro, innamorato di Violante figliuola di messer Amerigo suo signore, la ingravida ed è condannato alle forche, ma è salvato dal padre che lo riconosce, e può così sposare la Violante.
145 Novella Ottava
Nastagio degli Onesti, amando una fanciulla senza essere corrisposto, spende tutte le sue ricchezze e si ritira in Classe; quivi assiste ad una caccia, durante la quale una giovane viene uccisa e divorata dai cani. Invita allora i parenti e la donna amata ad un desinare, durante il quale si ripete la scena della caccia; la giovane per timore di fare la stessa fine sposa Nastagio.
148 Novella Nona
Federigo degli Alberighi ama e non è amato, e spendendo in cortesia rimane povero; gli resta un solo falcone, che, non avendo altro, dà da mangiare alla sua donna venutagli a casa; la quale, sapendo questo, cambia animo e lo prende per marito.
151 Novella Decima
Pietro di Vinciolo va a cenare altrove; la moglie fa venire in casa un giovane; torna Pietro; ella nasconde il giovane sotto una cesta da polli; avendolo scoperto, Pietro conosce l'inganno della moglie, ma resta in pace con lei, perché era un uomo vizioso.
154 Conclusione
Sesta Giornata
155 Introduzione
155 Novella Prima
Un cavaliere invita madonna Oretta a cavallo, promettendole di raccontare una bella novella; siccome però la racconta male, è da lei pregato di deporla dal cavallo.
156 Novella Seconda
Cisti fornaio con una sola parola fa ravveder messer Geri Spina di una sua domanda inopportuna.
159 Novella Terza
Madonna Nonna dei Pulci con una pronta risposta impone silenzio al poco onesto motteggiare del vescovo di Firenze.
160 Novella Quarta
Chichibio, cuoco di Corrado Gianfigliazzi, con la sua parola pronta, volge l'ira di Corrado in riso e in questo modo salva la sua vita.
161 Novella Quinta
Messer Forese da Rabatta e maestro Giotto pittore, di ritorno da Mugello, con arguti motti l'uno punge il meschino aspetto dell'altro.
163 Novella Sesta
Michele Scalza dimostra a certi giovani che i Baronci sono i più gentili uomini del mondo o di maremma, e vince una cena.
165 Novella Settima
Madonna Filippa, trovata dal marito con un suo amante e chiamata in giudizio, con una pronta e piacevole risposta libera se stessa e fa modificare la legge.
166 Novella Ottava
Fresco consiglia la nipote di non specchiarsi se, come diceva, provava disgusto per le persone spiacevoli.
167 Novella Nona
Guido Cavalcanti con un motto dice elegantemente villania a certi cavalieri fiorentini che tentavano di prenderlo in giro.
169 Novella Decima
Frate Cipolla promette a certi contadini di mostrare loro la penna dell'angelo Gabriele, ma avendo trovato al posto di quella dei carboni, fa credere che si tratti dei carboni che arrostirono san Lorenzo.
173 Conclusione
Settima Giornata
175 Introduzione
175 Novella Prima
Gianni Lotteringhi ode di notte toccare il suo uscio; desta la moglie e questa gli fa credere che si tratta del fantasma; recitano una orazione e il picchiare cessa.
178 Novella Seconda
Peronella mette un suo amante in un tino, essendo il marito tornato; poi dice d'aver veduto iI tino ad uno che d'entro vi è, per vedere se gli pare sano. Questi, saltato fuori, fa raschiare al marito il tino, e poi se lo porta a casa.
180 Novella Terza
Frate Rinaldo si giace con la comare; avendolo il marito trovato in camera di lei, gli fanno credere che il frate incantava i vermini al figlioccio.
183 Novella Quarta
Tofano una notte chiude fuori di casa la moglie, la quale finge di gettarsi  in un pozzo, nel quale invece butta una pietra. Tofano esce di casa e corre al pozzo, ed ella entra in casa e chiude fuori lui.
185 Novella Quinta
Un geloso in forma di prete confessa la moglie, la quale gli fa credere che ella ama un prete che viene a lei ogni notte; così, mentre iI marito sta di guardia all'uscio, la donna fa venire per il tetto il suo amante e con lui giace.
189 Novella Sesta
Madonna Isabella, mentre se ne sta con Leonetto, viene visitata da messer Lambertuccio, che la ama; torna il marito e la donna con uno stratagemma salva la situazione.
191 Novella Settima
Lodovico manifesta a madonna Beatrice l'amore che egli le porta; ella manda Egano, suo marito, in giardino in forma di sé, e con Lodovico si giace, iI quale poi, levatosi, bastona Egano nel giardino.
194 Novella ottava
Un marito diviene geloso della moglie, la quale con uno stratagemma riceve ugualmente l'amante. Il marito se ne accorge e mentre insegue l'amante, la donna mette in luogo di sé nel letto un'altra donna, che il marito batte e tagliale le trecce; poi va dai fratelli di lei, i quali, trovando ciò non essere vero, gli dicono villania.
197 Novella Nona
Lidia, moglie di Nicostrato, ama Pirro, il quale le chiede tre cose, che ella fa; e oltre o questo si diverte con lui in presenza di Nicostrato, al quale fa credere che non sia vero quello che ha veduto.
201 Novella Decima
Due senesi amano una donna comare dell'uno; muore il compare e torna al compagno secondo la promessa fattagli e gli racconta come si sta nell'altro mondo.
203 Conclusione
Ottava Giornata
205 Introduzione
205 Novella Prima
Guffardo prende in prestito da Guasparruolo duecento fiorini d'oro, e accordatosi con la moglie di lui di giacere con lei per Ia stessa cifra, le consegna i denari, dicendo poi in presenza di lei a Guasparruolo di aver pagato il debito alla moglie, ed ella non può negare.
207 Novella Seconda
Il prete di Varlungo giace con monna Belcolore, lasciandole in pegno un suo mantello; avuto in prestito da lei un mortaio, glielo rimanda, ma vuole in cambio la restituzione del mantello.
209 Novella Terza
Calandrino, Bruno e Buffalmacco vanno a cercare l'elitropia; Calandrino crede di averla trovata e se ne torna a casa carico di pietre; la moglie lo rimprovera ed egli la batte, e ai suoi compagni racconta quello che essi sanno meglio di lui.
214 Novella Quarta
Il parroco della chiesa di Fiesole ama una donna vedova, ma non è amato da lei; e credendo di giacere con lei, giace con una sua cameriera e i fratelli della donna fanno sì che il vescovo lo trovi con la donna.
216 Novella Quinta
Tre giovani tolgono le brache ad un giudice marchigiano in Firenze, mentre egli amministrava la giustizia.
218 Novella Sesta
Bruno e Buffalmacco rubano un porco a Calandrino; poi con la prova delle pallottole di zenzero, l'accusano di essere lui stesso il ladro e gli fanno pagare la taglia, se non vuole che essi lo dicano aIIa moglie.
221 Novella Settima
Uno studente ama una donna vedova, innamorata di un altro; una notte lo fa stare sopra la neve ad aspettarla; lo studente a sua volta fa stare la donna nuda tutto un giorno su una torre, esposta alle mosche, ai tafani e al sole.
228 Novella Ottava
Un giovane si giace con la moglie dell'amico; questo, avvedutosene, si accorda con la moglie e fa rinchiudere l'amico in una cassa, sulla quale poi per vendetta si giace con la moglie di lui.
231 Novella Nona
Maestro Simone medico, per far parte di una compagnia che va in corso, viene fatto andare di notte in un luogo da Bruno e Buffalmacco, e qui da Buffalmacco è gettato in una fossa di bruttura.
236 Novella Decima
Una siciliana con maestria porta via ad un mercante ciò che in Palermo ha portato; questi, fingendo di esservi ritornato con molta più mercanzia, ricevuti da lei molti denari, le lascia acqua e capecchio.
240 Conclusione
Nona Giornata
241 Introduzione
241 Novella Prima
Madonna Francesca, amata da Rinuccio e da Alessandro, e non amando ella nessuno dei due, cautamente se ne libera con uno stratagemma.
244 Novella Seconda
Una badessa si alza in fretta e al buio per trovare una sua monaca nel letto col suo amante; ma poiché con lei c'era un prete, credendo di essersi messa in testa i veli, vi pose invece le brache del prete; vedendo questo l'accusata, ne rese edotta la badessa; la quale non condannò più la giovane monaca, libera di continuare a stare col suo amante.
246 Novella Terza
Maestro Simone, su istigazione di Bruno e di Buffalmacco e di Nello, fanno credere a Calandrino di essere pregno; egli per avere medicine dà agli amici capponi e denari; in questo modo guarisce senza partorire.
249 Novella Quarta
Cecco di messer Fortarrigo si gioca ogni suo avere e i denari di Cecco di messer Angiolieri, il quale gli corre dietro, gridando che l'ha derubato; il Fortarrigo, che era in camicia, lo fa prendere dai contadini, si veste coi panni di lui, monta sul cavallo e lascia l'Angiolieri in camicia.
251 Novella Quinta
Calandrino s'innamora d'una giovane e Bruno gli dà una formula magica con cui attirare a sé la donna; ma, scoperto dalla moglie, ha gravissima questione.
255 Novella Sesta
Due giovani albergano con uno, con la cui figliuola uno dei due giovani giace, mentre la moglie di lui, senza avvedersene, giace con l'altro. Quegli che era con la figliuola si corica con il padre di lei e gli racconta ogni cosa, credendo di parlare col suo compagno. Ne nasce un battibecco. La donna, ravvedutasi, entra nel letto della figliuola, e riesce con le sue parole a riappacificare ogni cosa.
257 Novella Settima
Talano l'Imolese sogna che un lupo squarcia la gola e il viso alla moglie; le dice di stare in guardia, ma ella non lo fa; il fatto però le accade veramente.
259 Novella Ottava
Biondello fa una beffa a Ciacco, il quale però prontamente si vendica.
261 Novella Nona
Due giovani chiedono consiglio a Salomone, l'uno per poter essere amato, l'altro come castigare la moglie scontrosa. All'uno rísponde che ami, all'altro che vada al Ponte dell'oca.
264 Novella Decima
Donno Gianni su richiesta di compare Pietro fa l'incantesimo per far diventare la moglie una cavalla; e quando sta per fare attecchire la coda, compare Pietro, dicendo che non voleva la coda, guasta tutto l'incantesimo.
266 Conclusione
Decima Giornata
267 Introduzione
267 Novella Prima
Un cavaliere, al servizio del re di Spagna, crede di essere male ricompensato, ma il re gli dimostra non essere colpa di lui, ma della sua malvagia fortuna; poi generosamente lo ricompensa.
269 Novella Seconda
Ghino di Tacco cattura l'abate di Clignì, lo guarisce del male dello stomaco e poi lo libera. L'abate, tornato a Roma, riconcilia lui col papa Bonifacio e lo nomina frate dell'ordine degli spedalieri.
272 Novella Terza
Mitridanes, invidioso della cortesia di Natan, andando per ucciderlo, capita a lui senza conoscerlo, e da lui informato del modo, lo trova in un boschetto, come gli aveva ordinato; riconoscendolo, si vergogna e diventa suo amico.
275 Novella Quarta
Messer Gentil dei Carisendi, venuto da Modena, toglie dalla tomba una donna amata da lui, seppellita per morta, la quale riconfortata partorisce un figliuolo maschio, e messer Gentile rimanda lei e il figliuolo a Niccoluccio Caccianimico, marito di lei.
278 Novella Quinta
Madonna Dianora domanda a messer Ansaldo un giardino di gennaio bello come di maggio; messer Ansaldo glielo concede per mezzo di un negromante. Il marito permette alla moglie di concedersi a messer Ansaldo, il quale però generosamente assolve la donna dalla promessa, e il negromante assolve messer
Ansaldo.
281 Novella Sesta
Il re Carlo d'Angiò, innamoratosi ormai vecchio di una giovinetta, vergognandosi del suo folle pensiero, marita onorevolmente lei e la sorella.
283 Novella settima
Il re Piero, saputo di essere amato dalla Lisa inferma, la conforta; poi la marita ad un gentil giovane, e baciatala nella fronte, sempre poi si dice suo cavaliere.
286 Novella Ottava
Sofronia, credendo essere moglie di Gisippo, è moglie di Tito Quinzio Fulvo, e con lui se ne va a Roma, dove Gisippo arriva in povero stato, e credendo di essere disprezzato da Tito, afferma, per morire, d'aver ucciso un uomo. Tito, riconosciutolo, per salvarlo, dice di essere lui l'omicida; vedendo questo, il vero colpevole si manifesta; per la qual cosa Ottaviano libera tutti; e Tito dà a Gisippo la sorella per moglie e con lui mette in comune ogni suo bene.
291 Novella Nona
Il Saladino nelle vesti di un mecante  è onorato da messer Torello. Costui parte poi per la crociata, dando un termine alla donna sua per rimaritarsi; viene fatto prigioniero, ma, riconosciuto dal sultano, viene sommamente onorato. Messer Torello si ammala, e per arte magica è condotto a Pavia, dove si stanno celebrando le nozze della rimaritata moglie; riconosciuto da questa, se ne torna con lei a casa.
296 Novella Decima
Il marchese di Saluzzo, costretto dai suoi uomini a pigliar moglie, sposa la figliuola di un villano, dalla quale ha due figli, che egli finge di uccidere. Poi sottopone la donna ad altre dure prove, e trovatala paziente, le mostra i figliuoli ormai grandi, onorandola e facendola onorare come marchesa.
300 Conclusione.


ARGOMENTO: , , ,
GENERE: , ,