I Vangeli in antico veneziano. MS. Marciano it. I 3 (4889)


PREZZO : EUR 51,00€
CODICE: ISBN 8884555825 EAN 9788884555823
AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
A cura di: Con una presentazione di:
EDITORE/PRODUTTORE :
COLLANA/SERIE : , 2
DISPONIBILITA': In esaurimento


TITOLO/DENOMINAZIONE:
I Vangeli in antico veneziano. MS. Marciano it. I 3 (4889)

PREZZO : EUR 51,00€

CODICE :
ISBN 8884555825
EAN 9788884555823

AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
A cura di: Con una presentazione di:

EDITORE/PRODUTTORE:


COLLANA/SERIE:
, 2

ANNO:
2007

DISPONIBILITA':
In esaurimento

CARATTERISTICHE TECNICHE:
CLIV-446 pagine
Brossura
cm 14,5 x 22 x 3,5
gr 995

DESCRIZIONE:

Commento dell'editore:
Oltre ad essere una delle più antiche versioni redatte in volgare italiano dei Vangeli, quella che qui si pubblica è anche un'importante testimonianza del veneziano antico. Sulla base dei fenomeni riscontrabili nella lingua del testo, uno splendido veneziano in parte ancora immune dall'influsso del toscano letterario e caratterizzato da alcuni tratti che nella II metà del Trecento risultano più attenuati o in via di sparizione, si può affermare che la traduzione originale risale alla prima metà del Trecento. L'opera è tràdita dal codice Marciano it. I 3 (4889), esemplato nel carcere della Schiava di Venezia da un prigioniero triestino, Domenico de' Zuliani, che terminò la sua trascrizione il 28 settembre 1369. Il riferimento alla liturgia (è probabile che i Vangeli in veneziano venissero letti insieme al testo latino durante la Messa) e la corrispondenza con il Messale Romano inducono a pensare che il traduttore fosse invece un religioso, probabilmente un domenicano. Ma i Vangeli in veneziano antico sono di grande interesse anche per la storia della cultura italiana medioevale. La loro traduzione è infatti condotta non, come ci si aspetterebbe, sul testo latino della Vulgata ma sulla versione francese conosciuta con il nome di Bible française du XIIIe siècle, una traduzione della Bibbia eseguita quasi sicuramente a Parigi negli anni centrali del XIII secolo. Seguendo in modo evidente il modello transalpino, la versione veneziana dei Vangeli è sostanzialmente diversa dalle altre redazioni italiane e rivela una cultura fortemente e strutturalmente influenzata dal modello francese.

Quarta di copertina:
Una delle più antiche versioni dei Vangeli in un volgare italiano? Sì, e allo stesso tempo un'importante, per certi versi unica, testimonianza scritta in veneziano antico. La traduzione originale risale alla prima metà del Trecento. Il testo, fino ad ora inedito, colpisce infatti per la sua straordinaria fisionomia linguistica, in buona parte ancora immune dall'influsso del toscano letterario e caratterizzata da fenomeni che nella seconda metà del Trecento risulteranno più attenuati o in via di sparizione.
Il riferimento alla liturgia (è probabile che i Vangeli in veneziano venissero letti insieme al testo latino durante la messa) e la corrispondenza con il Messale Romano inducono a ritenere che l'autore-traduttore fosse un religioso, forse un domenicano. L'opera è conservata nel codice it. I 3 della Biblioteca Marciana, trascritto nel carcere della Schiava di Venezia da un prigioniero triestino, Domenico de' Zuliani, che lo completò il 28 settembre 1369.
Tali Vangeli in veneziano antico sono in realtà di interesse anche per la storia della cultura italiana medievale. La traduzione segue non tanto, come ci si aspetterebbe, il testo latino della Vulgata, quanto la cosiddetta Bible française du XIII siècle, eseguita a Parigi intorno alla metà del Duecento, una delle più importanti versioni in volgare delle Sacre Scritture di tutto il Medioevo. A conferma, ancora una volta, dei fittissimi rapporti intercorrenti fra la cultura veneta e quella d'oltralpe.

Sommario:
pag. XI Presentazione
XV Introduzione
CXXXV Criteri di edizione
CXXXIX Tavola delle abbreviazioni bibliografiche
1 I Vangeli in antico veneziano
383 Appendice e glossario


ARGOMENTO: , , , , , , , , , , ,
GENERE: , ,