Il Milione


PREZZO : EUR 10,00€
CODICE: ISBN 8817100358 EAN 9788817100359
AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore: A cura di:
EDITORE/PRODUTTORE :
COLLANA/SERIE : . Grandi classici
DISPONIBILITA': Disponibile


TITOLO/DENOMINAZIONE:
Il Milione

PREZZO : EUR 10,00€

CODICE :
ISBN 8817100358
EAN 9788817100359

AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore: A cura di:

EDITORE/PRODUTTORE:


COLLANA/SERIE:
. Grandi classici

ANNO:
2003

DISPONIBILITA':
Disponibile

CARATTERISTICHE TECNICHE:
426 pagine
3 mappe in b/n
Brossura
gr 420

DESCRIZIONE:

Commento dell'editore:
Nel 1295, il mercante veneziano Marco Polo, detenuto in una prigione genovese, detta al cantastorie Rustico da Pisa le memorie dei suoi lunghi anni di viaggio attraverso l'Asia. Vive e nitide, le descrizioni che emergono dalle pagine del suo diario sono straordinariamente precise ed efficaci. Nasce così il primo documento che ha dato all'Occidente l'immagine più vera di un mondo pressoché ignoto: l'Oriente. Un viaggio che attraverso la leggendaria Via della Seta ci guida ancora oggi alla scoperta di luoghi meravigliosi: l'Armenia, la Persia (cioè l'Iran), l'attuale Afghanistan, il Pamir, il deserto dei Gobi fino al mitico Catai, la moderna Cina. Tradotto nel corso dei secoli in molte lingue, utilizzato in Europa fin dal 1300 per la stesura delle prime carte geografiche, e punto di riferimento per studiosi, esploratori, missionari, Il Milione è uno dei massimi capolavori della letteratura di viaggio.

Quarta di copertina:
"… Il Milione, per chi ha gusti letterari, è uno dei più bei libri che siano mai stati scritti. Oscar Wilde lo metteva nel numero ristretto dei libri che val la pena di leggere. Vi consigliamo pertanto di leggere e rileggere Il Milione, e non abbiamo altro da dire"
Giampaolo Dossena

Indice:
pag. 5 Nota
29 Prologo
30 Lor partita di Costantinopoli
30 Come si partîro dal re Barca
33 I. Come i due fratelli giunsero al Gran Can
34 II. Come il Grande Can inviò i due fratelli a recare messaggi al papa in Roma
35 III. Come il Grande Cane donò a li due fratelli la tavola de l'oro
35 IV. Come li due fratelli vennero alla città d'Acri
36 V. Come li due fratelli si partîro da Vinegia per tornare al Grande Cane
36 VI. Come gli due fratelli si partirono da Acri
37 VII. Come gli due fratelli vanno al papa
37 VIII. Come gli due fratelli vengono alla città di Clemenfu, ov'è lo Gran Cane
38 IX. Come gli due fratelli vennoro al Gran Cane
39 X. Come lo Gran Cane mandò Marco figliuolo di messer Niccolò per suo messaggio
39 XI. Come messer Marco tornò al Gran Cane
40 XII. Come messer Niccolò e messer Matteo e messer Marco domandâro commiato al Gran Cane
41 XIII. Quivi divisa come messer Niccolò e messer Matteo e messer Marco si partirono dal Gran Cane
43 XIV. Qui divisa della provincia di Ermenia
44 XV. Qui divisa deila provincia di Turcomania
45 XVI. Della Grande Ermenia
46 XVII. De' re di Giorges
47 XVIII. Del reame di Mosul
48 XIX. Di Baudac, come fu presa
50 XX. Della nobile città di Toris
[Del monastero de' beato Barsamo, che è ne' confini di Tauris]
51 XXI. Della meraviglia di Baudac, della
montagna
53 XXII. Della grande provincia di Persia e de' tre magi
54 XXIII. Delli tre magi
55 XXIV. Delli otto reami di Persia
56 XXV. Del reame di Crema
56 XXVI. Di Camadi
58 XXVII. Della gran china
61 XXVIII. Come si cavalca per lo diserto
62 XXIX. Di Gobiam
62 XXX. D'uno diserto
63 XXXI. Del veglio della montagna e come fece il paradiso, e gli assessini
65 XXXII. Della città Supunga
65 XXXIII. Di Balac
66 XXXIV. Della montagna del sale
67 XXXV. Di Balascam
69 XXXVI. Delle genti di Bastiaz
69 XXXVII. Di Chesimun
70 XXXVIII. Del grande fiume di Baudascia
71 XXXIX. De' reame di Casciar
72 XL. Di Samarca
73 XLI. Di Carcam
73 XLII. Di Cotam
73 XLIII. Di Peym
74 XLIV. Di Ciarcia
75 XLV. Di Lop
76 XLVI. Della gran provincia di Tangut
79 XLVII. Di Camul
80 XLVIII. Di Chingitalas
82 XLIX. Di Succiur
82 L. Di Campicion
84 LI. D'Eezima
84 LII. Di Caracom
86 LIII. Come Cinghys fu lo primo Cane
87 LIV. Come Cinghys Cane fece suo isforzo
contra il preste Giovanni
88 LV. Come il preste Giovanni venne contro a Cinghys Cane
89 LVI. Della battaglia
89 LVII. Del numero degli Gran Cani quanti e' furono
91 LVIII. Dello iddio de' tarteri
95 LIX. Del piano di Bancù
96 LX. Del reame di Erguil
98 LXI. D'Erigraia
99 LXII. Della provincia di Tenduc
101 LXIII. Della città di Giandu
105 LXIV. Di tutti i fatti del Gran Cane che regna ora
105 LXV. Della gran battaglia che 'l Gran Cane fece con Najam
108 LXVI. Comincia la battaglia
110 LXVII. Come Najam fu morto
111 LXVIII. Come il Gran Cane tornò nella città di Camblau
114 LXIX. Delle fattezze del Gran Cane
117 LXX. De' figliuoli del Gran Cane
117 LXXI. Del palagio del Gran Cane
121 LXXII. Della città grande di Camblau
[Del tradimento ordinato di far ribellar la città di Cambalù; e come gli autori furono
presi e morti]
128 LXXIII. Della festa della natività del Gran Cane
129 LXXIV. Qui divisa della festa
129 LXXV. Della bianca festa
132 LXXVI. De' dodici baroni che vengono alla festa, come sono vestiti dal Gran Cane
133 LXXVII. Della grande caccia che fa il Gran Cane
134 LXXVIII. De' leoni e dell'altre bestie da cacciare
135 LXXIX. Come il Gran Cane va in caccia
139 LXXX. Come il Gran Cane tiene sua corte e festa
140 LXXXI. Della moneta del Gran Cane
142 LXXXII. Degli dodici baroni che sono sopra ordinare tutte le cose del Gran Cane
144 LXXXIII. Come di Camblau si partono molti messaggi per andare in molte parti
149 LXXXIV. Come 'l Gran Cane aiuta sua gente quando è pistolenza di biade
150 LXXXV. Del vino
150 LXXXVI. Delle pietre ch'ardono
151 LXXXVII. Come il Gran Cane fa riporre le biade per soccorrere sua gente
152 LXXXVIII. Della carità del signore
[Degli astrologhi che sono nella città di Cambalù]
153 [Della religione de' tartari e delle opinioni che hanno dell'anima; e usanze loro]
155 LXXXIX. Della provincia del Cattai
156 XC. Della grande città del Giogui
156 XCI. Del reame di Taianfu
157 XCII. Del castello del Caitui
158 XCIII. Come il preste Giovanni fece prendere lo re Dor
159 XCIV. Del gran fiume di Caramera
160 XCV. Della città di Quengianfu
161 XCVI. Della provincia di Cuncum
161 XCVII. D'una provincia d'Ambalet
162 XCVIII. Della provincia di Sindafa
164 XCIX. Della provincia di Tebet
166 C. Ancora della provincia di Tebet
167 CI. Della provincia di Gaindu
170 CII. Della provincia Caragia
171 CIII. Ancora della provincia di Caragia
174 CIV. Della provincia d'Ardanda
[Come il Gran Can soggiogò il regno di Mien e di Bangala]
181 CV. Della grande china
182 CVI. Della provincia de Mie
183 CVII. Della provincia di Gandala
184 CVIII. Della provincia di Cangigu
184 CIX. Della provincia d'Amu
185 CX. Della provincia di Toloma
186 CXI. Della provincia di Cugiu
188 CXII. Della città di Cacafu
188 CXIII. Della città di Ciaglu
189 CXIV. Della città ch'ha nome Ciagli
189 CXV. Della città ch'ha nome Codifu
193 CXVI. Della città ch'ha nome Signi
194 CXVII. Della città che ha nome Ligni
194 CXVIII. Della città di Pigni
195 CXIX. Della città ch'ha nome Cigni
196 CXX. Come il Gran Cane conquistò lo reame de li Mangi
199 CXXI. Della città chiamata Caigiagui
200 CXXII. Della città chiamata Pauchi
200 CXXIII. Della città ch'è chiamata Cain
201 CXXIV. Della città ch'è chiamata Tigni
202 CXXV. Della provincia di Nangi
203 CXXVI. Di Sigui e del gran fiume di Quian
205 CXXVII. Della città di Caigui
205 CXXVIII. Della città chiamata Cinghiafu
206 CXXIX Della città chiamata Cinchingiu
207 CXXX. Della città chiamata Signi
208 CXXXI. Della città che si chiama Quisai
221 CXXXII. Della rendita del sale
222 CXXXIII. Della città che si chiama Tapigni
223 CXXXIV. Del reame di Fugui
225 CXXXV. Della città chiamata Fugni
228 CXXXVI. Della città chiamata Zarton
230 CXXXVII. Qui si comincia di tutte le maravigliose cose d'India
232 CXXXVIII. Dell'isola di Zipagu
237 CXXXIX. Della provincia di Ciamba
238 CXL. Dell'isola di Iava
239 CXLI. Dell'isole di Sodur e Codur
239 CXLII. Dell'isola di Petam
240 CXLIII. Della piccola isola di Iava
241 CXLIV. Del reame di Samarca
242 CXLV. Del reame di Dragouain
243 CXLVI. Del reame di Lambri
244 CXLVII. Del reame di Fransur
245 CXLVIII. Dell'isola di Nenispola
245 CXLIX. Dell'isola d'Agama
246 CL. Dell'isola di Seilla
247 CLI. Della provincia di Maabar
255 CLII. Del regno dí Multifili
256 CLIII. Di santo Tomaso l'apostolo
258 CLIV. Della provincia di Iar
261 CLV. Dell'isola di Seilla
263 CLVI. Della città di Caver
264 CLVII. Del reame di Coilu
266 CLVIII. Della contrada di Comacci
267 CLIX. Del reame de Eli
268 CLX. Del reame di Melibar
269 CLXI. Del reame di Gufarat
270 CLXII. Del reame della Tana
271 CLXIII. Del reame di Cambaet
[Del regno di Servenath]
271 CLXIV. Dello reame di Chesmacora
272 CLXV. D'alquante isole che sono per l'India
273 CLXVI. Dell'isola di Scara
274 CLXVII. Dell'isola di Madegascar
276 CLXVIII. Dell'isola di Zachibar
277 CLXIX. Della mezzana India chiamata Abasce
278 CLXX. D'una novella del re d'Abasce
280 CLXXI. Della provincia di Edenti
282 CLXXII. Della città d'Escier
283 CLXXIII. Della città Dufar
284 CLXXIV. Della città di Calatu
285 CLXXV. Della città di Curmos
290 CLXXVI. Della Gran Turchia
[Ciò che disse il Gran Can del danno che gli recava Caidu]
292 CLXXVII. D'una battaglia
297 [Come Argon inviò ambasciatori ad
Acomat]
298 [Come Acomat rispose agli ambasciatori di Argon]
299 [Dove si parla della gran battaglia fra Argon e Acomat]
305 [Come Baidu prese la signoria dopo la morte di Chiacatu]
307 CLXXVIII. Delle parti di verso tramontana
308 CLXXIX. Della valle Iscura
309 CLXXX. Della provincia di Rossia
309 CLXXXI. Della provincia di Lacca
[Dove si parla dello sbocco nel mar Maggiore]
313 CLXXXII. De' signori de' tarteri del ponente
313 CLXXXIII. D'una gran battaglia
314 [Come Barca e il suo esercito mossero incontro ad Alau]
316 [Come Alau parlò alla propria gente]
319 [Come Totamangu fu sovrano dei tartari di ponente]
320 [Come Toctai mandò a chiamare Nogai per chiedergli conto della moglie di Tolobuga]
321 [Come Toctai inviò i propri messi a Nogai]
322 [Come Toctai andò incontro a Nogai]
323 [Come Toctai parlò alla sua gente]
324 [Come re Nogai si comportò bravamente]
327 Note
373 Dizionario dei nomi di persona e geografici
405 Glossario.


ARGOMENTO: , , , , ,
GENERE: , ,