Vita di Filippo Maria Visconti

BUONE CONDIZIONI

PREZZO : EUR 15,00€
CODICE: ISBN 8845905527 EAN 9788845905520
AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore: A cura di:
EDITORE/PRODUTTORE :
COLLANA/SERIE : , 156
DISPONIBILITA': In esaurimento


TITOLO/DENOMINAZIONE:
Vita di Filippo Maria Visconti
BUONE CONDIZIONI
PREZZO : EUR 15,00€

CODICE :
ISBN 8845905527
EAN 9788845905520

AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore: A cura di:

EDITORE/PRODUTTORE:


COLLANA/SERIE:
, 156

ANNO:
1983

DISPONIBILITA':
In esaurimento

CARATTERISTICHE TECNICHE:
218 pagine
1 ill. b/n
Brossura con alette
cm 10,5 x 18 x 1,4
gr 195

NOTE:
VOLUME IN BUONE CONDIZIONI

DESCRIZIONE:

Commento dell'editore e quarta di copertina:
Questo libro è una magistrale approssimazione a un archetipo: quello del Potente. Chiuso nel suo castello milanese di Porta Giovia, che assai di rado abbandonava, Filippo Maria Visconti si dedicò per lunghi anni a sviluppare una forma chimicamente pura del potere: da una parte, controllare tutto, ordire una perpetua effrazione dei pensieri di chi lo circondava; dall'altra, non essere controllato in niente. Con artifici sottili e crudeli, trattandoli come «un serraglio di bestie domestiche e selvatiche», costringeva i suoi sudditi a rivelarglisi; con stupefacente arte della dissimulazione nascondeva il suo pensiero. Politica era per lui innanzitutto trarre alla luce i segreti degli altri e seppellire i propri in un'oscurità inaccessibile. «Quanto più sembrava intento a cacciare, proprio allora andava considerando in cuor suo il da farsi a proposito di gravi questioni di Stato». Un solo suo tratto non riuscì a dominare: «una vena che gli si andava gonfiando sul basso della fronte», quando era preso da una collera che da nessun altro segno si lasciava avvertire. L'umanista Pier Candido Decembrio fu a lungo segretario di cancelleria alla corte di Filippo Maria - e scrisse in latino questa "Vita" nell'anno stesso della morte di lui, 1447. Giudicato «eccellente» da Burckhardt e riscoperto da Elias Canetti, che ad esso si riferisce in "Massa e potere" come a una delle più penetranti raffigurazioni del Potente, questo testo viene qui presentato nella sua prima traduzione italiana, ampiamente commentata. In poche pagine, che prendono l'avvio come un elenco ordinato di guerre e imprese, ma sprofondano presto in un luogo abissale, Decembrio ci offre un ritratto dal vivo, alla maniera di Svetonio, che racchiude alcune dure verità sulla psicologia del politico, quali poi saranno elaborate da Machiavelli e Guicciardini. Ma qui non c'è teoria, vediamo solo le linee di un profilo, non meno irripetibili di quelle che, dello stesso Filippo Maria, tracciò in una medaglia il Pisanello.

Indice:
pag. 11 Introduzione di Elio Bartolini
VITA DI FILIPPO MARIA VISCONTI
47 1. Origine dei Visconti e uomini illustri della casata
48 2. Gli antenati di Filippo Maria
48 3. Di Galeazzo, nonno di Filippo
49 4. Di Gian Galeazzo, padre di Filippo
50 5. Nascita e prima educazione di Filippo Maria
51 6. Giudizio che il padre e gli astrologi ebbero su Filippo Maria fin dalla sua infanzia
52 7. Del suo primo governare
52 8. Filippo Maria rientra in possesso del ducato di Milano
53 9. Comportamento di Filippo Maria nell'avvio del suo principato
54 10. Sue imprese
54 11. Cause delle sue guerre
55 12. Guerra contro Lodi e Como
55 13. E guerra contro Cremona, Brescia e Bergamo
56 14. Riacquisto di Parma
57 15. Guerra contro Genova
57 16. Guerra contro gli Svizzeri
58 17. Guerra contro Firenze
59 18. Prima guerra contro Venezia
59 19. Menzione della guerra contro il Piemonte
60 20. Seconda guerra contro Venezia
61 21. Guerra indiretta contro Venezia e vittoria su re Alfonso
61 22. Nuova guerra contro i Genovesi
62 23. Quarta guerra contro Venezia
64 24. Quinta guerra contro Venezia
65 25. Imprese del suo principato
65 26. Battaglie alle quali fu presente di persona
66 27. In quale considerazione abbia tenuto i suoi condottieri
67 28. Della sua astuzia nel mettere alla prova condottieri e soldati
69 29. Condottieri che divennero famosi militando sotto Ie sue bandiere
70 30. Imprese inscritte sulle sue bandiere
71 31. Sua clemenza in guerra
72 32. Fama che ne accompagnò il nome
73 33. Sua solerzia nella cura dello Stato
74 34. Sua abilità nello scegliersi i collaboratori
75 35. Amministrazione delle città
76 36. Edifici eretti a sua cura
77 37. Manutenzione e restauro di edifici sacri
78 38. Matrimoni e figli
79 39. Suo comportamento verso le mogli
80 40. Del suo affetto verso i genitori e i fratelli
82 41. Sistemi per mettere alla prova l'animo dei suoi
84 42. Sua sopportazione verso coloro che sbagliavano e suo modo di punire
86 43. Sua capacità di dissimulare
88 44. Del suo frequentissimo e divertito prendere in giro gli altri
90 45. Della sua abilità nel guadagnarsi anche l'animo degli avversari
91 46. Di una sua giovane guardia del corpo
93 47. Misure di sicurezza nella residenza ducale e norme per accedervi
95 48. Norme per il ricevimento di magistrati e dignitari
96 49. Sue residenze vicine a Milano e navigli fatti mettere in attività
98 50. Suo aspetto e sua conformazione fisica
98 51. Del suo modo di vestire e della suppellettile di palazzo
100 52. Dei suoi cibi preferiti
101 53. Di come si moveva e parlava
103 54. Sue caratteristiche nel mangiare e nel dormire
104 55. Capacità della sua memoria e suo sistema per essere al corrente della condotta dei singoli
105 56. Sue condizioni fisiche dall'adolescenza in avanti
107 57. Di quanto seguisse i suggerimenti dei medici
109 58. Suo modo di esercitarsi nelle armi e nel cavalcare
110 59. Delle sue cure per cavalli, cani, pantere e uccelli, e del diletto che gli davano
112 60. Uccellagione e caccia
113 61. Del suo vario modo di divertirsi
114 62. Dei suoi studi giovanili e della sua astuzia nei propositi
116 63. In quale stima abbia avuto i letterati
117 64. Di coloro che emersero tra i suoi collaboratori
118 65. Della sua religiosità e del suo modo di pregare
120 66. Dei suoi timori notturni e dei turni delle sentinelle
121 67. Di superstizioni in genere e di fulmini che intimoriscono
123 68. Della sua considerazione per gli astrologi e del suo diligente badare ai moti della luna
124 69. Presagi di sfortuna per i suoi eserciti
126 70. Presagi della sua morte e in quale periodo sia passato di vita
128 71. Testamento di Filippo Maria, e libertà conseguita dai Milanesi
129 Note


ARGOMENTO: , , , , ,
GENERE: , ,