Due testi medievali di cucina nel manoscritto 158 della Biblioteca Universitaria di Bologna

PREZZO : EUR 13,00€
CODICE: ISBN 8849126905 EAN 9788849126907
AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore:
EDITORE/PRODUTTORE :
COLLANA/SERIE : , 4
DISPONIBILITA': Disponibile


TITOLO/DENOMINAZIONE:
Due testi medievali di cucina nel manoscritto 158 della Biblioteca Universitaria di Bologna

PREZZO : EUR 13,00€

CODICE :
ISBN 8849126905
EAN 9788849126907

AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore:

EDITORE/PRODUTTORE:


COLLANA/SERIE:
, 4

ANNO:
2006

DISPONIBILITA':
Disponibile

CARATTERISTICHE TECNICHE:
134 pagine
Brossura
gr 200

DESCRIZIONE:

Quarta di copertina:
Il manoscritto miscellaneo 158 della Biblioteca Universitaria di Bologna, donato dal papa bolognese Benedetto XIV nel 1740, si conclude con due ricettari medievali di cucina. La loro storia richiama la storia di Bologna in uno scorcio di fine '800, quando la città era fucina di artisti e letterati, come Alfonso Rubbiani e Giosuè Carducci, impegnati attivamente nella città felsinea come inventori e fautori del neo-medievalismo, che celebrava l'epoca comunale e ne riecheggiava gli ideali politici e le forme artistiche. La città vide sorgere associazioni per la tutela e la valorizzazione del proprio patrimonio urbanistico, storico e culturale medievale, quali il Comitato per Bologna storica e artistica, la società Aemilia Ars, la Deputazione di Storia Patria e la Commissione per i testi di lingua per le province dell'Emilia.
Nello stesso ambito culturale si inseriscono le edizioni dei due ricettari medievali curate da Olindo Guerrini e Francesco Zambrini nella seconda metà del XIX secolo. L'interesse per questi testi è filologico e letterario, non ancora caratterizzato dalla volontà di approfondire aspetti di storia sociale e culturale, che emergeranno con la storiografia novecentesca. Le edizioni che ne risultano risentono quindi dei dettami di studio e ricerca che caratterizzano il periodo post-unitario.
Questo lavoro intende mettere a disposizione i due testi di cucina epurati dai ritocchi ottocenteschi, offrendone un'edizione critica e filologica che permetta di inserirli in un più ampio contesto di ricerca sulla gastronomia e sulla cultura alimentare del Medioevo.


ARGOMENTO: , , , ,
GENERE: , ,